A rotta di collo Valerio Aiolli

ISBN: 9788876414954

Published:

Paperback

212 pages


Description

A rotta di collo  by  Valerio Aiolli

A rotta di collo by Valerio Aiolli
| Paperback | PDF, EPUB, FB2, DjVu, talking book, mp3, ZIP | 212 pages | ISBN: 9788876414954 | 5.74 Mb

Cè una forma di resistenza ulteriore nel rifiuto stabile allappartenenza. Cè in questa recalcitrante adesione a se stessi o a quel poco che resta tra le dita - il ricordo di un terreno di gioco infantile ilmiocampo, sensazioni, una passioneMoreCè una forma di resistenza ulteriore nel rifiuto stabile allappartenenza.

Cè in questa recalcitrante adesione a se stessi o a quel poco che resta tra le dita - il ricordo di un terreno di gioco infantile ilmiocampo, sensazioni, una passione comune quanto inoffensiva, lidealizzazione mitica di un professore universitario- mentre il resto tutto il resto sfugge come una manciata di sabbia, cè in questo resistere una prova di valore, solitaria e cocciuta, tenacemente tenuta lontana da compiaciute esibizioni e anzi dominata da una svagata leggerezza, una ironia delicata e salvifica.

Questa resistenza è il tratto saliente del protagonista del romanzo di Aiolli, un tratto dissimulato sotto labito di una pseudo e instabile medietà che muove al sorriso e al tempo stesso commuove.Una cosa in cui non mi sono mai identificato: la mia generazione questo dichiara il trentenne protagonista di A Rotta di Collo che si sottrae a generi - e generazioni- ideologie, stili di vita filosofie esistenziali , look e insomma tutta la chincaglieria etichettata variamente diffusa e più o meno condivisa.

Non per niente si chiama Elio e, volatile ed elusivo quanto il suo nome suggerisce, non si lascia afferrare facilmente. A un anno di vita ha perso i genitori morti in un incidente dauto ma ladozione di un vecchio amico dei suoi elettosi a nonno lo sottrae allorfanotrofio. Più tardi manca la laurea in architettura, per soli quattro esami, e finisce per trovare lavoro come grafico in unagenzia pubblicitaria da manuale in cui lo spirito finto democratico dei brain.storming creativi è parecchio smentito dal real-autoritarismo di capi quali Sua Altezza e Iena Ridens, che hanno, va precisato, un modello di riferimento celeste in Cesare Romiti e nel suo leggendario scegliere i collaboratori sulla base della foggia e qualità delle loro scarpe.

Anche il capitolo delle donne- compagna, fidanzata, amante, moglie?!?- produce in Elio una specie di momentaneo fuoco sotto i piedi. Finchè la sua strada non incrocia quella di Giovanna. Incontro fatale, colpo di fulmine, morte improvvisa accidentale della bella e misteriosa amante dopo soli due mesi di passione.

Ma la morte di Giovanna non è accidentale quanto appare sulle prime ed Elio suo malgrado finisce impigliato in una fitta matassa di fatti e personaggi che lo portano come in una faticosa gara ciclistica fino al traguardo finale della inattesa soluzione. Questa è tuttavia una metà del romanzo perché un altro romanzo corre parallelo a questo inanellarsi di eventi e personaggi ed è quello vissuto attraverso una creazione immaginaria e parallela del personaggio di un fumetto che Elio va disegnando tavola dopo tavola.

Zampe è il suo alter ego un orso-uomo goffo e ineffabile, personificazione della passione di Elio per il ciclismo e i suoi grandi protagonisti le storiche vittorie le stagioni di gloria e di sconfitta. Il ciclismo è anche in certo modo il simbolo stesso delleroe solitario e umile chiuso nel suo sforzo dannato e glorioso verso il traguardo. E questo libro è in fondo anche un modo per innalzare una lode letterale e letteraria ma anche metaforica alla bicicletta. Sia dunque lode alla bicicletta e ai suoi cavalieri che sulla dura sella volano, sudano arrancano e ancora volano, a rotta di collo verso un traguardo meno, molto meno visibile di quelli che ondeggiano tesi tra due ali di folla vociante al culmine di un valico di montagna o al fondo di una vertiginosa serie di tornanti in picchiata.

Lode a Zampe fumetto di Elio che alla fine troverà qualcuno disposto a pubblicarlo, e alla sua bicicletta ircocervo di medioevo e di futuro anteriore, linearità e barocchismo, funzionalità e art déco. Il romanzo di Aiolli è in effetti una corsa a tappe spesso in salita e a volte planante in leggere e irresistibili volate. Il lettore trainato da una scrittura vivace e svelta ma anche esattissima e sapiente, è trainato in avanti irresistibilmente, e nella mancanza quasi totale di riferimenti noti e riconoscibili viaggia come un esploratore per i sentieri di questo bel libro colmi di personaggi e scene originali annotazioni intelligenti e ironiche, colpi di scena e ribaltamenti imprevedibili, molto divertimento divertimento e uno spirito dissacratorio che non ha nulla di scontato o prevedibile.



Enter the sum





Related Archive Books



Related Books


Comments

Comments for "A rotta di collo":


karczmasiwadolina.pl

©2011-2015 | DMCA | Contact us